Proiezione del film "il Violinista del Diavolo"

Proiezione del film "il Violinista del Diavolo"

Domenica 26 novembre, alle ore 18:30 presso la Scuola di Pianoforte Silence a Maglie, sarà proiettato il film "Il Violinista del Diavolo" del regista Bernard Rose.

TRAMA

Il film racconta storia della vita del violinista e compositore Niccolò Paganini nei primi anni del XIX secolo, virtuoso del violino e amante delle donne, si trova all'apice della carriera ed è acclamato in tutta Europa. Il suo nome è sinonimo di amori e scandali, esattamente ciò che il suo manager Urbani sta facendo del suo meglio per alimentare. Manca ancora però un debutto britannico e per riuscire a convincere Paganini a raggiungere Londra, l'impresario e maestro d'orchestra inglese John Watson e la sua amante Elisabeth Wells sono disposti a tutto. Urbani, astuto uomo d'affari, riesce a portare Paganini nella capitale britannica, anche contro la sua volontà. Grazie alle critiche della giornalista Ethel Langham, il concerto è un successo e gli ammiratori e un manipolo di persone, che lo vogliono mandare via perché lo credono "figlio del diavolo", affollano l'hotel dove alloggia il violinista, causando un pandemonio. Musicista e manager sono costretti a rifugiarsi a casa di Watson, dove Paganini presto incontra la graziosa figlia del suo padrone di casa, Charlotte, una cantante di talento. Paganini si innamorerà perdutamente della giovane ragazza, contrariando Urbani che teme di perdere l'influenza che ha su di lui. Inizia così a elaborare un piano diabolico che vedrà Paganini vittima di un crudele inganno. Dopo un concerto, che vede protagonisti sia il violinista sia la giovane figlia di Watson, Urbani droga Paganini e lo convince che una prostituta sia in realtà l'amata Charlotte. La mattina seguente la giovane riceve una lettera che la indirizza alla camera d'albergo dove alloggiava il violinista e, trovandolo con un'altra, fugge via. Nel rincorrerla Paganini affronta la folla, che lo crede "figlio del diavolo" e stupratore di bambine, e entrambi vengono portati in prigione. Dopo la scarcerazione il violinista torna in Europa, a Vienna, per una serie di concerti e per riabbracciare l'adorato figlio, Achille. Nonostante l'amore che Paganini prova per Charlotte lei si rifiuta di raggiungerlo e diventa, grazie al concerto fatto con il maestro, una grande cantante lirica. La giovane intraprenderà una tournée negli Stati Uniti, si sposerà e avrà dei figli ma continuerà comunque la corrispondenza con Paganini. Il violinista nel frattempo ha licenziato Urbani ed è tornato a Genova per vivere con il figlio. Il film finisce con il violinista che è molto malato, ma ha ancora la forza per sognare la sua Charlotte. (fonte Wikipedia)

Ingresso libero. Si accede solo su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.