News

Corso di Musica per Bambini (3-6 anni)

Lunedì 2 marzo, presso la Scuola di Pianoforte Silence a Maglie,  partirà il corso di educazione musicale per bambini dai 3 ai 6 anni sotto la guida della Dott.ssa Albina Seviroli.

Il corso rappresenta uno spazio di scoperta e di avvicinamento al mondo dei suoni e della musica e si rivolge a bambini (3-6 anni).
Piccoli giochi mimati, filastrocche, coccole e girotondi musicali, esperienze ludiche di improvvisazione musicale libera e guidata, contribuiscono alla creazione di un ambiente rilassato e protetto, in cui i bambini possano sentirsi sicuri e liberi di esprimersi e di scoprire.
Sulla scia delle molteplici metodologie attive (Orff, Gordon, Dalcroze, ecc..) che fin dai primi del '900 hanno affermato il valore dell'esperienza per l'apprendimento, ogni attività prevede l'uso integrato della voce, del ritmo e del movimento corporeo. I bambini hanno dunque la possibilità, con canti e giochi, di fare esperienza attraverso la propria gestualità e di prendere coscienza del proprio corpo nello spazio circostante, oltre che di sviluppare le proprie capacità audio percettive. Inoltre, le attività proposte prevedono l'alternanza di repertori provenienti da diverse tradizioni culturali europee ed extraeuropee: un' occasione per guidare il gruppo alla scoperta di tradizioni musicali di tutto il mondo. Iniziando dalla conoscenza di strumenti appartenenti a diverse tradizioni culturali, i bambini sono accompagnati in un percorso di educazione all'ascolto di musiche di ogni provenienza. In questo modo si persegue il triplice obiettivo di accrescerne le competenze musicali, di migliorarne le capacità audio-percettive e di educarli all'accoglienza e al valore della diversità.

Il corso si articola in 12 incontri che si terranno tutti i lunedì alle ore 17:00 presso la sede della Scuola di Pianoforte Silence.

Il costo del corso è di € 100,00 e l’iscrizione deve pervenire entro sabato 28 febbraio.

 

Proiezione del film Il giovane Toscanini

Mercoledì 18 febbraio, presso la Scuola di Pianoforte Silence, verrà proiettato il film “Il giovane Toscanini” del regista Franco Zeffirelli.

TRAMA

Al piccolo Arturo Toscanini capita di ascoltare a otto anni col padre, alla Scala, la cantante Nadina Bulicioff, in una superba interpretazione dell'Aida. Appassionato della musica fin da fanciullo, a diciotto anni conosce già a memoria le partiture dei più grandi maestri. Ma quando si presenta come violoncellista alla Scala per un concorso, si lascia sopraffare dal temperamento impulsivo e arrogante, insulta la giuria e se ne va senza ottenere il posto. Approfittando di questa situazione Rossi, un impresario teatrale di provincia, propone a Toscanini di recarsi con la sua compagnia a Rio de Janeiro, per una rappresentazione, appunto, dell'Aida. Sulla nave Arturo incontra Margherita, una giovane aristocratica lombarda, decisa a farsi religiosa, al seguito di un estrosa Madre Allegri, per recare soccorso ai poveri: fra i due nasce un idillio. Giunto a Rio, Toscanini incontra Nadina Bulicioff, che, abbandonata la musica per farsi favorita dell'imperatore Pedro II, desidera ora esercitarsi, per poter di nuovo cantare nell'Aida. Si susseguono, per il giovane Toscanini, ritorni frequenti dalla Bulicioff per gli esercizi, intrecciati a incontri con Margherita e prove per l'Aida, con un Direttore d'orchestra incompetente. Toscanini viene di nuovo tradito dal suo temperamento irascibile e si allontana. Poichè la sera della prima rappresentazione dell'Aida il Direttore d'orchestra viene rifiutato dal pubblico per suggerimento della Bulicioff, si cerca febbrilmente Arturo Toscanini, l'unico ritenuto in grado di sostituirlo. La serata è un trionfo, anche la Bulicioff, fino allora schiavista, lo costringe a interrompere la rappresentazione per dichiarare di essere favorevole alla libertà per gli schiavi. Dopo questa tournée, Toscanini riparte per l'Europa. (fonte www.comingsoon.it)


Inizio proiezione ore 20:30

L'ingresso è gratuito e si accede su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Proiezione del film Rossini! Rossini!

Mercoledì 21 gennaio, presso la Scuola di Pianoforte Silence, verrà proiettato il film su Gioacchino Rossini dal titolo “Rossini! Rossini!” del regista Mario Monicelli.

TRAMA

Parigi, intorno al 1868. Gioachino Rossini, celebre compositore italiano già da tempo residente oltralpe, ricorda la sua vita e i suoi amori insieme alla moglie e ad alcuni amici, tra i quali Costantino Nigra e il Conte de La Rochefoucauld. Da quando ancora bambino nella natia Pesaro, cantava con la madre in teatro all'esordio a Venezia come operista, dove incontra il contralto Maria Marcolini che gli sarà a fianco nelle prime lotte (tanto da fargli evitare la Campagna di Russia del 1812 entrando "nelle grazie" del figlio di Napoleone), e che gli ispirerà il suo celebre stile.

Nel 1812, in occasione di una tournée alla Scala, incontra il celebre soprano Isabella Colbran, e poi l'impresario Domenico Barbaja, che lo convincono a seguirlo a Napoli e a lavorare per il San Carlo. Lasciata la Marcolini, Rossini a Napoli mieterà successi, ma anche feroci critiche (soprattutto a causa della rappresentazione, a Roma e non al sud, del celeberrimo Il barbiere di Siviglia, abilmente "boicottata" dallo stesso Barbaja). Tra il pesarese e la Colbran, già amante di Barbaja, scoppia ben presto una travolgente passione, che porterà i due a sposarsi durante un viaggio della compagnia a Vienna, scatenando così le ire dell'impresario.

Ben presto, però, Rossini cambia aria e si trasferisce a Parigi dove, tra grandi fatiche, scrive l'ultima sua opera importante, il Guglielmo Tell, prima di ritirarsi per stanchezza. Poco tempo dopo si separerà anche da Isabella e, dopo un ultimo incontro con Barbaja che lo convince a scrivere lo Stabat Mater, Rossini incontra la sua seconda moglie, Olympe Pélissier, che gli sarà vicino negli ultimi anni.

Inizio proiezione ore 20:30

L'ingresso è gratuito e si accede su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

House Concert - Francesco Negro & Matteo Maria Maglio Duo

Venerdì 26 dicembre presso la Scuola di Pianoforte Silence a Maglie (LE) ci sarà un House Concert con il duo composto da Francesco Negro al pianoforte e Matteo Maria Maglio al contrabbasso.

Francesco Negro & Matteo Maria Maglio Duo

La creatività nasce dagli stimoli che l'individuo riceve dal mondo che lo circonda. Il duo formato dal pianista Francesco Negro e dal contrabbassista Matteo Maria Maglio nasce proprio dall'interazione dei due con il mondo dei suoni. Le composizioni scritte dal pianista e dal contrabbassista lasciano ampio spazio all'improvvisazione e all'immaginazione, come se venissero disegnate forme geometriche che si muovono liberamente nello spazio e che rimbalzano sui suoni.

L'inizio del concerto è alle ore 18:30. Per partecipare è richiesta la prenotazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ingresso € 5,00.

 

Proiezione del film "Amata immortale"

Mercoledì 17 dicembre, presso la Scuola di Pianoforte Silence, verrà proiettato il film su Ludwig van BeethovenAmata immortale” del regista Bernard Rose.

TRAMA

Morto a Vienna il 26 marzo 1827 Ludwig Van Beethoven, nella casa di questi il suo amico e amministratore Anton Schindler scopre, in una caterva di carte da musica, appunti e abbozzi, uno strano foglietto: "La mia musica e tutte le mie proprietà andranno ad un solo erede... la mia amata immortale" (ma senza il nome della destinataria). Respingendo le pretese ereditarie di Johann, uno dei fratelli di Ludwig, e di Therese, la moglie di questi, e sorpreso di non sapere nulla in merito dopo anni di amicizia e collaborazione, Schindler si mette alla ricerca della donna misteriosa. La prima contattata è una nobile ungherese - Anna Marie Erdody - che Schindler ritrova in Patria: costei aveva avuto con Ludwig rapporti intensi, ma essa stessa dichiara che tutto era poi finito e che la eredità non può essere per lei. La seconda è la contessa Giulia Guicciardi, ora sposata, a suo tempo (a 17 anni) infatuatasi di Ludwig conosciuto ad un concerto e fatto assumere dal padre per averne lezioni di pianoforte. A detta di lei, è vero che Beethoven ebbe a richiederne la mano, ma fra i due - forse per la differenza di classe, o perchè lui, secondo il conte Guicciardi, era da considerare un repubblicano - l'amore si tramutò in amicizia. Poi le indagini conducono Schindler a Karlsbaad... (fonte www.comingsoon.it)

Inizio proiezione ore 20:30

L'ingresso è gratuito e si accede su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.